Eco Garden Crema Viso con Estratto di Cetriolo Fresco – Ava

Vi parlo oggi di una crema viso che ho trovato in una Box di UnaDonnaVagabonda, che trovare qui https://martinabeauty.wordpress.com/2014/07/31/bio-box-una-donna-vagabonda-luglio/

DSC_0109

Si tratta della Eco Garden Crema Viso con Estratto di Cetriolo Fresco – Ava

I Cosmetici biologici ECO Garden non contengono:

– Materie prime derivate dalla raffinazione del petrolio.
– Polietilenoglicoli (PEG).
– Siliconi.
– Conservanti del gruppo dei parabeni.
– Profumi sintetici.
– Coloranti artificiali.
– Materie prime provenienti da piante geneticamente modificate.
– Materie prime di origine animale.

Questo brand produce prodotti per ogni fascia d’età, infatti questa che ho provato io è consigliato per una pelle dai 20 in su.

E’ a base di estratto di cetriolo fresco, ricco di vitamine C e B, minerali e microelementi che idrata profondamente la pelle levigandola e nutrendola, schiarendo delicatamente lentiggini e piccole macchie.

INCI

Aqua, Lavandula Angustifolia Flower Water, Macadamia Ternifolia Seed Oil, Olea Europaea (Olive) Oil, Phytosqualan, Cetearyl Alcohol, Coco-Glucoside, Olea Europaea (Olive) Fruit Oil, Olea Europaea (Olive) Oil Unsaponifiables, Hydrogenated Vegetable Oil, Glyceryl Stearate, Glycine Soja (Soybean) Sterols, Beta-sitosterol, Tocopherol, Glycerin, Cucumis Sativus (Cucumber) Fruit Extract, Zea Mays Starch, Citric Acid, Sodium Carbonate, Cetearyl Glucoside, Dehydroacetic Acid, Benzyl Alcohol, Sodium Dehydroacetate, Xanthan Gum, Ferula Galbaniflua Oil, Citrus Aurantium Oil, Ricinus Communis Oil, Sodium Phytate.

Ed è costituita da ingredienti da agricoltura biologica certificata Ecocert.

CONSISTENZA E PROFUMAZIONE

Si tratta di una crema di colore bianco abbastanza densa, al punto che quando si preleva con il dito rimane il segno della “ditata”.

L’applicazione non è molto semplice, in quanto necessita di un bel massaggio per essere assorbita. E anche la quantità da prelevare va dosata molto bene, in quanto trattandosi di una crema abbastanza corposa molto spesso si rischia la “scia bianca” che detesto soprattutto sul viso.

Bisogna farla asciugare bene, soprattutto prima di truccarsi. Sulla mia pelle non dava effetto unto, ma sicuramente sentivo di aver applicato qualcosa.

Nonostante questa sua consistenza e questa sensazione di crema sul viso, dopo l’applicazione la mia pelle (che non è secca ma ho le guance sensibili) tirava e non mi sentivo bene idratata.

Anche il profumo non è per niente gradevole, sa di erba/verdure… io sono abituata a questi tipi di profumazioni, utilizzando solo prodotti bio da tantissimi anni, ma questa è davvero intensa… non particolarmente fastidiosa visto che dopo poco scompare, ma di certo non è la profumazione ideale per chi si sta avvicinando a questo tipo di prodotti.

Ha un PAO (ossia il periodo in cui la crema deve essere consumata) molto corto, circa 3 mesi, in quanto contiene ingredienti freschi. Ed è assolutamente vero, dopo questo periodo la crema ha cambiato colore ed è diventato tendente al giallino e anche il profumo è diventato più nauseabondo.

Un PAO cosi corto rende tutto più difficile, in quanto consumare una crema viso da 50ml in 3 mesi è davvero complicato, anche per una come me che la applica almeno 2 vuole al giorno tutti i giorni.

L’ho comunque terminata utilizzandola sulle gambe, proprio per non mandare sprecato nulla, ma anche sulle gambe non mi è piaciuta, sia per l’eccessiva “scia bianca” sia per la poca idratazione.

CONSIDERAZIONI FINALI

Dopo tutto quello che vi ho raccontato avrete sicuramente capito che è una crema che non mi è assolutamente piaciuta e che non riacquisterò.

Ero molto entusiasta di provare una crema consigliata per schiarire piccole macchie, ma purtroppo non ho ottenuto nessun tipo di beneficio. Io soffro di couperose ed ho delle piccole macchiette di brufoletti maltrattati, bene dopo l’utilizzo è ancora tutto li.

E in più credo mi abbia fatto uscire delle imperfezioni, sia bollicine che punti neri.

Finita, la ricompro?  Assolutamente no, non c’è una cosa che mi è piaciuta di questa crema. Sono contenta di averla terminata, ma sarei stata sicuramente più contenta nel provare un’altra crema.

Avril Dentifricio alla Menta

Trovare prodotti con buon inci fortunatamente non è più difficile come prima, certo la fregatura è sempre dietro l’angolo ma se si cerca bene si può trovare qualsiasi tipologia di prodotto che soddisfa anche noi ragazze attente agli ingredienti.

Ultimamente anche per quanto riguarda i dentifrici sto’ attenda agli inci, prima erroneamente non ci facevo molto caso, sbagliando visto è uno di quei prodotti che rischiamo addirittura di ingerire.

Infatti oggi vorrei parlarvi di un dentifricio che ho terminato da poco e che mi ha dato molte soddisfazioni.

Il dentifricio alla menta di AVRIL

DSC_0086

Ho avuto modo di provare questo prodotto, grazie al Bio Calendario dell’Avvento di Una Donna Vagabonda di cui vi ho parlato in questo articolo https://martinabeauty.wordpress.com/2015/01/06/bio-calendario-dellavvento-unadonnavagabonda/

E’ il secondo dentifricio con buon inci che provo e devo dire che questo mi è davvero piaciuto

Precedentemente avevo provato quello di Lavera di cui vi ho parlato qui https://martinabeauty.wordpress.com/2014/07/16/dentifricio-lavera-basis-sensitiv-review/

Avevo promosso anche questo di Lavera, ma confrontandolo sicuramente vince questo che ho appena terminato di AVRIL

CONSISTENZA

Si presenta come una pasta compatta e morbida di colore bianco, è facile farlo uscire dal tubicino e soprattutto rimane bello stabile sullo spazzolino senza colare.

Anche durante l’applicazione è molto pratico, infatti non scivola via, anzi permette un’accurata pulizia dei denti

SAPORE

Nonostante si tratti di un dentifricio alla menta, questo sapore non è assolutamente eccessivo, anzi… Non è forte e non pizzica assolutamente.

A differenza di quello di Lavera che avevo usato prima che ha un sapore più salino (ma per niente fastidio a parer mio), questo di Avril lascia l’alito molto più fresco, proprio per la differenza di sapore.

Ritengo che non abbia nulla da invidiare agli altri dentifrici in commercio della grande distribuzione, anzi io non noto le differenze nell’utilizzo e nella resa finale.

Ed in più ha un ottimo rapporto qualità prezzo se si pensa al fatto che costa solo 2,99€ per 75ml e si tratta di un prodotto con ingredienti ottimi.

Finito, lo ricompro?

Non ho una grandissima esperienza con i dentifrici con buon inci, e quindi non posso far grandi paragoni avendone provati solo due di questa tipologia, ma posso dire con certezza che lo riacquisterò, il prezzo è ottimo, e in più soddisfa tutte le mie esigenze.

Lo consiglio a tutti, anche ai più piccoli, in quanto non ha un sapore troppo forte di menta, e in più è molto delicato… infatti è uno dei pochi dentifrici che dopo l’utilizzo non mi secca e non mi fa bruciare le labbra.

 

#5 Finiti Make up..

Eccomi tornata, dopo più di un mese. Purtroppo, anzi per fortuna ho trovato lavoro e questo mi toglie quasi tutto il tempo della mia giornata, costringendomi quindi ad allontanarmi un po’ da questo mondo e dal blog.  Certamente non ho intenzione di abbandonarlo , ma di sicuro sarò meno presente.

Nonostante questo però, torno con uno dei miei articoli preferiti, ossia lo smaltimento make up *_*

Ho terminato tanti prodotti, tra cui cose che pensavo fosse impossibile terminare… vediamo quindi subito cosa lascia il mio cassetto delle meraviglie 😛

1

– Fondotinta in mousse Lavera (Almond 04), ho trovato questo prodotto della bio box di UnaDonnaVagabonda che potete vedere qui https://martinabeauty.wordpress.com/2014/07/31/bio-box-una-donna-vagabonda-luglio/   …lo iniziai per curiosità pensando che la consistenza non mi sarebbe piaciuta, in realtà l’ho amato, quando è terminato mi è addirittura dispiaciuto. Si stende con estrema facilità, copre il giusto e rende il viso opaco e liscio. Unica cosa da segnalare è il profumo, non ne è privo e probabilmente a qualcuna può dar fastidio, a me invece è piaciuto, e poi una volta applicato sparisce. Sicuramente quando terminerà il caldo lo riacquisterò.

– Fondotinta liquido “The All Natural Face”, vi ho già parlato di questo prodotto in questo articolo https://martinabeauty.wordpress.com/2014/06/25/the-all-natural-face-fondotinta-in-polvere-compatto-liquido-review/  … già qui vi dicevo che non mi era piaciuto per niente, ma volevo comunque dargli un’altra possibilità provando diverse applicazione. Bene.. dopo tanto tempo le ho provate tutte, e se prima non mi piaceva, ora lo odio profondamente, è colla e si stende a macchie, per non parlare che poi nella giornata si stacca a pezzetti e il viso rimane a chiazze, se ne sono accorti anche i miei colleghi, davvero tremendo. Infatti, lo cestino a metà confezione, ma non ho proprio intenzione di portarlo a termine, anzi già che ne ho usato per metà è troppo 🙂

– Cream Eyeshadow PUPA Vamp n.600, vi rendete conto? ho finito un ombretto… un ombretto in crema. Mai avrei creduto fosse possibile, e invece è stato utilizzato fino all’ultima “briciola”. E’ un colore che ho amato, un grigio violaceo che utilizzavo per tutti i giorni su tutta la palpebra mobile, dava un effetto bellissimo e faceva risaltare il verde dei miei occhi. Vorrei tanto riprenderlo, ma ora ho voglia di portare avanti anche altri ombretti in crema che ho.

– Matita Sopracciglia CATRICE, era nel cassetto da tantissimo tempo, non mi ha mai conquistata fino in fondo nonostante tutto il web ne parli benissimo. Il colore è molto bello, in quanto freddo, ma la trovo particolarmente dura, molto spesso infatti durante l’applicazione ho notato che mi staccava delle sopracciglia, ed è una cosa che proprio non posso sopportare!!  Dopo averla abbandonata per molto tempo però ho deciso di riutilizzarla, l’ho finita e non mi è dispiaciuta per quanto riguarda poi la sua resa.  E’ infatti un’ottima matita low cost per urgenze, ma sicuramente c’è di meglio 🙂

– Matita Sopracciglia Neve Cosmetics, è un matita che mi è piaciuta sin dalle prime applicazioni. Il colore è perfetto per le mie sopracciglia e fortunatamente non tendente al rosso, unica pecca è che si tratta di una matita davvero troppo morbida quindi dovendola temperare spesso, dura molto poco. Nonostante sia cosi morbida però si fissa bene una volta applicata e durante la giornata non cola…  Alle due estremità ha due matite differenti con un colore più scuro e uno più chiaro, almeno cosi dicono loro, perché in realtà io non ho visto nessuna differenza tra le due ahahah .. Non appena terminerò le scorte di prodotti per sopracciglia che ho, sicuramente sarà un futuro acquisto. Potete comunque vedere gli Swatch della matita in questo articolo https://martinabeauty.wordpress.com/2014/10/13/acquisti-bioprofumeria-effetto-bio-haul-nabla-e-neve-cosmetics/

Long Lasting Stick Eyeshadow n. 20 Nero di KIKO, lo adoro… è il terzo che termino e sicuramente comprerò anche il quarto, ma ora sto temporeggiando perché voglio cercare di usare anche le altre matite nere che ho, ma che qualitativamente parlando non sono a suo livello. Io la uso raramente con base ombretto perché non faccio quasi mai trucchi scuri, ma la uso quotidianamente nella rima inferiore interna (anche se kiko non la vende con questo scopo, quindi prima fate una prova e vedete se il vostro occhio la tollera). Io la applico la sfumo un pochino, e mi tiene tutto il giorno, fantastica davvero!!!

– Blush in polvere Neve Cosmetics “Ikebana”, era nel cassetto da molto tempo, il colore mi è sempre piaciuto, ma era scomodo il fatto che fosse in polvere ed è per questo che non lo utilizzavo, ma in uno dei miei momenti “devo smaltire” l’ho preso e l’ho messo in bella vista. Mi sono impegnata e l’ho utilizzato con piacere, è un bellissimo colore color terra rosato che dona un bel colorito sano, e la stesura è molto semplice.  Non credo di riacquistarlo per il fatto che sia in polvere, ma se fosse per il colore lo riacquisterei sicuramente.

– Mascara Essence “I Love Extreme”, l’ho già terminato una volta ed è sempre una conferma, fa effetto volume proprio come piace a me, è un bel nero e non si sgretola durante la giornata, per non parlare poi del suo prezzo davvero basso. Ormai la mia scorta mascara è praticamente terminata (obiettivo dell’inizio smaltimento prodotti) e questo è sicuramente un mascara da riacquistare e tenere anche solo come scorta.

E voi? State continuando insieme a me lo smaltimento make up?? Come procede?? Io sono davvero molto soddisfatta e continuo imperterrita, anche con prodotti che avevo messo nel dimenticatoio.

Biofficina Toscana Deo Crema Freschezza Floreale – Review e INCI

Eccomi di nuovo con un prodotto terminato, una confezione spremuta fino alla fine, probabilmente ora che non esce proprio più nulla taglierò addirittura la confezione, cosa che non è da me!!!  Ma questo prodotto mi è piaciuto talmente tanto che ho bisogno ancora di lui, e non posso ricomprarlo nel breve termine perché ho altri due deodoranti da terminare nell’armadietto!!!

Parliamo infatti del Deo Crema di Biofficina Toscana, nella versione Freschezza Fiorita.

DSC_0090

Ho acquistato questo prodotto appena Biofficina l’ha lasciato sul mercato, perché molto curiosa ma soprattutto perché avevo voglia di abbandonare anche uno dei pochi prodotti non naturali e quindi il deodorante.

L’ho scelto perché privo di sali di allumino, pietra di allume e alcool per un’azione delicata nel rispetto dell’equilibrio fisiologico della pelle.

Ci sono due varianti per quanto riguarda la profumazione, quella agrumata e quella fiorita che ho scelto io!!

Tra le sostanze funzionali troviamo

  • triethyl citrate,
  • ossido di zinco,
  • estratto biologico di rosmarino,
  • equiseto,
  • menta,
  • salvia,
  • timo
  • olio biologico di oliva

INCI

Immagine AQUA (solvente)
Immagine CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE (emolliente / solvente)
Immagine ETHYLHEXYL PALMITATE (emolliente)
Immagine TRIETHYL CITRATE (antiossidante / deodorante / solvente)
Immagine GLYCERYL STEARATE (emolliente / emulsionante)
Immagine CETEARYL GLUCOSIDE (emulsionante)
Immagine CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante)
Immagine CETYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / opacizzante / viscosizzante)
Immagine MYRISTYL MYRISTATE (emolliente / opacizzante / condizionante cutaneo)
Immagine ZINC OXIDE (Additivo)
Immagine OLEA EUROPAEA FRUIT OIL* (emolliente / solvente / vegetale)
Immagine ROSMARINUS OFFICINALIS LEAF EXTRACT* (antimicrobico / coprente / condizionante cutaneo)
Immagine EQUISETUM ARVENSE LEAF EXTRACT* (vegetale)
Immagine MENTHA PIPERITA EXTRACT* (vegetale)
Immagine SALVIA OFFICINALIS LEAF EXTRACT* (vegetale)
Immagine THYMUS VULGARIS FLOWER/LEAF EXTRACT* (vegetale)
Immagine SODIUM CETEARYL SULFATE (tensioattivo)
Immagine BENZYL ALCOHOL (Allergene del profumo / conservante / solvente)
Immagine PARFUM [FRAGRANCE]
Immagine ETHYLHEXYLGLYCERIN (Conservante, battericida)
Immagine PHENETHYL ALCOHOL (deodorante)
Immagine GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
Immagine XANTHAN GUM (legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante)
Immagine SODIUM BENZOATE (preservante)
Immagine SODIUM DEHYDROACETATE (preservante)

PACKAGING

La confezione è davvero molto pratica, non molto grande e quindi semplice da trasportare, e il flacone è di plastica morbida che permette quindi di utilizzare il prodotto fino alla fine senza aver difficoltà nel farlo uscire.

Il tappo è con una chiusura a scatto molto solida, infatti portandolo spesso in giro con me non si è mai rotto e soprattutto non si è mai aperto accidentalmente!!

PROFUMO

Come ho già detto Biofficina ha fornito due varianti di profumazioni, io ho scelto quella floreale che ha un profumo delicato e femminile. Io solitamente non amo le profumazioni floreali troppo intense (mi fanno venire il mal di testa) ma questa è davvero delicata e soprattutto molto persistente.

CONSISTENZA

Si presenta come un crema molto morbida bianca. E’ necessario applicare pochissimo prodotto (meno di una puntina).  Nonostante la crema sia bianca, non macchia per niente i vestiti.  Si spalma molto facilmente senza sgretolarsi. E soprattutto cosa che ho apprezzato tantissimo essendo un deodorante è che si asciuga rapidamente, permettendo di vestirsi subito (applicatene poca)!!!

LA MIA ESPERIENZA

Penso che da tutto quello che vi ho già detto si è capito che si tratta di un prodotto che ho davvero apprezzato, soprattutto perché riapplicarlo durante la giornata è un piacere.

La durata non è altissima, ma se si pensa che non contiene nessuna sostanza nociva è ottimo, soprattutto perché è un prodotto che si utilizza in una zona del corpo molto sensibile e delicata.

Io l’ho messo a dura prova anche nel periodo estivo e non mi ha deluso, certo non ha un resistenza altissima, ma ad essere sincera io questo tipo di resistenza non l’ho riscontrata nemmeno nei prodotti con ingredienti che non gradisco.

Una cosa che ho apprezzato tantissimo è il fatto che applicarlo dopo la depilazione non mi ha provocato nessun bruciore o arrossamento.

Finito, lo ricompro?  Come avete potuto capire, è un prodotto che mi è piaciuto molto, e sono sicura che possa piacere a tutti se si parte con la consapevolezza che si tratta di un prodotto con ingredienti naturali, e che quindi può avere (ma io non ne sono certa) un’efficacia leggermente inferiori ai classici in commercio con pessimi ingredienti che non fanno traspirare la pelle e che quindi fanno anche male. In conclusione sicuramente lo riacquisterò, ma non prima di aver terminato altri due deodoranti BIO che mi attendo nell’armadietto delle scorte!!

Lavera Faces Bio-Calendula – Maschera Idratante Regolarizzante

Parliamo oggi di un prodotto che ho trovato in una BioBox di UnaDonnaVagabonda, e nello specifico in quella di giugno che potete trovare qui https://martinabeauty.wordpress.com/2014/07/08/bio-box-una-donna-vagabonda-giugno/

Si tratta infatti della Maschera viso alla calendula di Lavera

DSC_0103

Io per comodità l’ho travasata in un barattolino pulito, per poterla conservare meglio, in quanto con questa monodose io sono riuscita a fare 3 applicazioni abbondanti.

Cosa dire di questa maschera? Odio e amore? io direi quasi tutto odio, forse solo alla prima applicazione non la odiavo in quanto ancora non sapevo  a cosa andavo in contro 😛

La prima volta che l’ho utilizzata andava tutto fin troppo bene, infatti la consistenza è perfetta, in quanto non troppo liquida da colare ovunque ma nemmeno troppo solida da rendere l’applicazione difficile.

Anche subito dopo averla sciacquata andava tutto bene, in quanto sentivo la pelle morbidissima e stavo quasi per urlare al miracolo…

Il problema è nato i giorni seguenti, in quanto mi sono uscite diverse imperfezioni, non brufoli, ma bollicine rosse per il viso, e la fronte riscontravo del pizzicore…. Non ho subito dato la colpa alla maschera, nonostante avessi potuto avendolo introdotto solo lei come prodotto nuovo.

Ma la conferma l’ho avuta alla seconda applicazione, stesura e post utilizzo sempre molto soddisfacente, ma poi eccole… di nuovo le bollicine! Li ho avuto la conferma, ma testarda ho poi rifatto la terza applicazione dopo circa una settimana, sia per la prova del noce visto che ero quasi certa del responsabile dello mio sfogo, sia per terminarla!!!

E di nuovo ho avuto la conferma!!!

Non riesco proprio a capire quale possa essere l’ingrediente responsabile di questa reazione sul mio viso, in quanto contiene molti ingredienti specifici per la pelle sensibile.

Fatto sta che non la acquisterò mai più e che quindi non mi sento nemmeno di consigliarla a voi…

Bema – Bio Passion Silver – Emulsione corpo vaniglia limone – Recensione e INCI

Parliamo oggi di una crema corpo, strano ma vero….  Generalmente la mia pigrizia non aiuta lo smaltimento delle creme corpo, anzi…

Ultimamente però mi sono promessa di utilizzarla tutte le sere, o almeno quasi tutte, principalmente sulle gambe che sono il mio punto debole in termini di secchezza della pelle.

Ormai questo passaggio che pensavo fosse un obbligo inizialmente, è diventato una coccola serale, mi concedo quei 5 minutini di massaggio che fanno sempre piacere!

Ed è proprio in questo modo che mi sono accorta che è possibile smaltire anche le creme corpo, e che al contrario di come pensavo, non ricrescono da sole nelle loro confezioni 🙂 🙂

Ma bando alle ciance, e vediamo subito quale ho terminato e cosa ne penso!!!

DSC_0092

Si tratta  della crema corpo della BEMA alla vaniglia e limone

(mi scuso per le condizioni della confezione, ma è stata davvero usata molto e soprattutto trasportata in molte occasioni)

Ho ricevuto questo prodotto nella mia prima box di Una Donna Vagabonda che potete vedere qui https://martinabeauty.wordpress.com/2014/04/24/bio-box-una-donna-vagabona-marzo/

INCI
Immagine AQUA (solvente)
Immagine CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stbilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante)
Immagine CETEARYL GLUCOSIDE (emulsionante)
Immagine GLYCINE SOJA OIL* (emolliente / profumante / condizionante cutaneo)
Immagine DICAPRYLYL CARBONATE (emolliente / condizionante cutaneo)
Immagine GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
Immagine COCOGLYCERIDES (emolliente / emulsionante)
Immagine OLEA EUROPAEA FRUIT OIL* (emolliente / profumante / solvente)
Immagine BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER* (condizionante cutaneo / additivo reologico)
Immagine POTASSIUM CETYL PHOSPHATE (tensioattivo)
Immagine GLYCERYL CAPRYLATE (emolliente / emulsionante)
Immagine SIMMONDSIA CHINENSIS SEED OIL* (emolliente)
Immagine ALOE BARBADENSIS LEAF EXTRACT* (emolliente)
Immagine CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante)
Immagine DEHYDROACETIC ACID (conservante)
Immagine TOCOPHEROL (antiossidante)
Immagine BENZYL ALCOHOL (allergene del profumo / conservante / solvente)
Immagine KAOLIN (assorbente)
Immagine PARFUM

*Ingredienti da agricoltura biologica

Come potete vedere ha un inci a dir poco perfetto, ed era proprio uno dei motivo per cui volevo iniziare a testare questo brand di cui ho sempre sentito parlare benissimo!!

CONSISTENZA

Si presenta come una crema compatta di colore bianco. La consistenza è perfetta, quella che io prediligo, quindi non troppo liquida ma nemmeno pastosa da rendere l’applicazione difficoltosa.

Non lascia assolutamente scia bianca, e si assorbe molto rapidamente senza lasciare la pelle unta.

PROFUMAZIONE

Premettendo che la vaniglia è una delle profumazioni che io più prediligo avevo grandi aspettative, temevo però il connubio con il limone, e quindi una profumazione dolce con una agrumata. Mi sono però dovuta ricredere, in quanto la loro unione crea un profumo davvero delizioso, dolce ma energizzante allo stesso tempo. Tra le due profumazioni quella che prevale di più è sicuramente quella alla vaniglia, quindi ponderate l’acquisto in base al vostro olfatto 🙂 (tenendo presente che non si tratta di una profumazione alla vaniglia chimica, quindi non è per niente invadente anzi…)

La cosa che più ho apprezzato in questo prodotto è la persistenza della profumazione durante la giornata.

Finito, lo ricompro?

E’ assolutamente una delle creme che più ha soddisfatto le mie esigenze, e che soprattutto ho usato con piacere, non solo per idratare ma anche per profumare il corpo durante la giornata, vista la sua gradevole profumazione e persistenza!

Ve la consiglio sicuramente, e molto probabilmente non appena avrò smaltito gran parte delle mie scorte di creme corpo è una di quelle che sicuramente protrei riacquistare!!

Assia Medica – Pocket Panno Viso

Sono sempre stata molto curiosa di provare i panni in microfibra di cui tutte sul web decantano le lodi.

Io provai uno classico da supermercato (quelli venduti per spolverare) come tutte consigliavo come alternativa economica, ma ho sin da subito riscontrato che mi andava a seccare troppo la pelle, arrossandomela molto spesso.

Poi grazie alla disconibilità di AssiaMedica ho avuto modo di provare un vero e proprio panno in microfibra creato proprio per struccare la pelle del viso.

Assiamedica è un’azienda italiana di ricerca operante nel settore della dermocosmetica.
Dopo anni di studi ed avvalendosi dell’ausilio della nanotecnologia tedesca applicata ai polimeri tessili, si è distinta per aver concepito un tessuto tecnologico (tecnofibra) per la detersione profonda della pelle.
Questo speciale tessuto è formato da un filato 700 volte più sottile di un capello umano. Basti pensare che 100 km di tale filato pesano solo un grammo!
Tale caratteristica  è la prova della grande superficie di contatto attiva del tessuto sulla pelle.

I prodotti in tecnofibra Assiamedica si presentano in diversi formati, Panno per il viso, Guanto per il corpo, Fascia per la schiena etc

Quello che ho provato provato io è il Panno Micropeeling.

foto 2

Esso è un panno rettangolare di estrema leggerezza e morbidezza che  inumidito di acqua e massaggiato su viso, collo e décolleté elimina i residui di maquillage (già tolti in precedenza con latte detergente, acque struccanti, mousse etc…), cellule cutanee morte, eccesso di sebo ed impurità endogene ed esogene,  garantendo una pulizia profonda della cute e donando luminosità e freschezza all’incarnato.

E’ un panno indicato per eliminare i residui di make up, l’eccesso di sebo, le cellule morte, favorire la microcircolazione sanguigna e per il rinnovamento cellulare.

E’ inoltre adatto a tutti i tipi di pelle sia per la donna che per l’uomo.

La mia esperienza

Come ho già detto sono sempre stata curiosa di provare questi tipi di panni, ma ero comunque molto soddisfatta del mio struccaggio serale. Molto soddisfatta fin quando la prima sera che ho utilizzato questo panno, dopo la mia classica routine (sempre quella che mi dava grandi soddisfazioni ahaha), ho notato che il panno era sporco, ero incredula, io che pensavo di togliere tutto bene da sempre e che lasciavo la pelle respirare durante la notte, invece me ne andavo a dormire con ancora residui di make up sul viso.

Inoltre ho sin da subito notato grandi differenze con gli altri panni che avevo acquistato prima al supermercato, questo di AssiaMedica non mi lascia la pelle che tira e non mi si arrossa.

Davvero davvero ottimo, e quindi ora sfido tutte voi che come me pensate di struccarvi bene a passare questo panno dopo aver finito la routine per vedere se ne esce ancora qualcosa.

Io sicuramente non lo abbandonerò mai più visto l’aiuto finale che mi da per levare i vari residui sul viso!!!